VIGNETI​

_SA98502

L’Azienda si estende tra le colline del Castellaro, nel Comune di Senigallia, all’interno del comprensorio della DOC Lacrima di Morro d’Alba, a un passo dal mare. Colline che scendono dolcemente verso il mare, con il golfo di Ancona sullo sfondo, la linea azzurra dell’Adriatico che spunta oltre il profilo del colle di Montignano, che ci protegge dalle correnti del nord.

 

TERRITORIO E

T E R R O I R

_SA98502

“Fin da piccolo, quando ho iniziato a scoprire questi luoghi con mio padre, ho sentito che il Castellaro fosse un posto speciale. La qualità e l’unicità delle uve che mi ha dato in questi anni provano che tutto dipende dal suo microclima, dalle brezze marine e dalla esposizione a sud, dal suolo e dallo stato di salute delle viti a cui poi si unisce il nostro lavoro di ogni giorno. Cerchiamo ogni anno di riuscire a fondere tutto ciò nei nostri vini affinché in essi si possa riconoscere l’identità del Castellaro.”

Quell'angolo di terra più degli altri mi sorride...

Orazio

BIOLOGICO

I V I G N E T I

_SA98637

Oggi l’Azienda conta 13 ettari di vigneto DOC Lacrima di Morro d’Alba, a cui si aggiungono 2,5 ettari divisi tra Verdicchio e altri vitigni a bacca nera.

I sesti d’impianto vanno dai 3500 a 4500 ceppi per ettaro. La forma di allevamento è il guyot ramificato e le potature sono fatte senza tagli grandi ma cercando di rispettare il portamento e l’integrità delle viti.

Seguiamo le regole della coltivazione biologica, il modo migliore per custodire il suolo e per avere frutti che esprimano la vitalità e identità di questo territorio pur  nelle differenze delle singole annate. Effettuiamo il sovescio e non utilizziamo diserbanti, ma solo concimi organici e prodotti a base di rame e zolfo.

_SA98637

Oggi l’Azienda conta 13 ettari di vigneto DOC Lacrima di Morro d’Alba, a cui si aggiungono 2,5 ettari divisi tra Verdicchio e altri vitigni a bacca nera.

I sesti d’impianto vanno dai 3500 a 4500 ceppi per ettaro. La forma di allevamento è il guyot ramificato e le potature sono fatte senza tagli grandi ma cercando di rispettare il portamento e l’integrità delle viti.

Seguiamo le regole della coltivazione biologica, il modo migliore per custodire il suolo e per avere frutti che esprimano la vitalità e identità di questo territorio pur nelle differenze delle singole annate. Effettuiamo il sovescio e non utilizziamo diserbanti, ma solo concimi organici e prodotti a base di rame e zolfo.

RACCOLTA

L E N O S T R E U V E

Controlliamo le rese di uva per ceppo eseguendo potature corte ed effettuando il diradamento dei grappoli in eccesso.

La raccolta avviene in base al grado di maturazione, con diversi passaggi manuali e le uve vengono poste in piccole casse condotte immediatamente alla cantina.

I grappoli dopo la diraspatura sono sottoposti ad un accurato lavoro di cernita effettuato sul tavolo di scelta e poi vengono avviati alla trasformazione.

TIPOLOGIE DI

V I N I F I C A Z I O N E

La fermentazione delle uve per i vini rossi avviene a temperatura controllata per circa 20/24 giorni in tini di legno o di acciaio.

Segue poi la maturazione che avviene in acciaio, cemento o in legno, grande o piccolo, per 4/10 mesi a seconda della tipologia di vino e dell’annata, tenendo conto del fatto che per valorizzare le specificità di ogni vendemmia possono essere ideali soluzioni diverse, sempre nel rispetto del carattere delle uve.

I nostri bianchi e rosati fermentano in acciaio e restano in contatto con le proprie fecce fini per 2/3 mesi per essere poi imbottigliati e mantenuti in bottiglia per un affinamento di almeno 2 mesi.

C A N T I N E

LE NOSTRE

CANTINE

I processi di vinificazione sono svolti interamente nella nostra cantina del Castellaro, ampliata nel 2006 per far fronte alla crescente realtà aziendale.

La nostra sede di Castelferretti invece, antico granaio e cantina dei Conti Ferretti già dal XVI secolo e fulcro dell’attività agricola del paese, dagli anni ’50 è proprietà della nostra famiglia, ed oggi ospita la fase di invecchiamento in bottiglia dei nostri vini.